Passa Parola

passaparola

Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo”.

Un Fiore per te

Acqua alla radice
Passi di danza
Creare la comunità con la vita della Parola

Creare la comunità con la vita della Parola

PDFStampaE-mail
passaparola

Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua”.


Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua”. Sicuramente queste due donne vivevano insieme la Parola di Dio. “Creare la comunità con la vita della Parola”.

 

Dal tema sulla Parola

 

(...)  Sappiamo che durante la guerra, nei rifugi, leggendo il Vangelo venivano in evidenza particolare tutte quelle parole che parlavano di amore: "Ama il prossimo tuo come te stesso", "Amate i vostri nemici", "Amatevi scambievolmente come io vi ho amato". E sono parole da ricuperare anche oggi e da vivere nel loro significato più profondo.

Chiara diceva: Ci parvero di una potenza rivoluzionaria, di una vitalità sconosciuta, le uniche capaci di mutare radicalmente la vita: anche di noi, cristiani di questo tempo.

E da questa vita nuova nascevano, a Trento e nei dintorni di Trento, piccole comunità centrate sulla Parola. E in queste comunità si viveva ogni settimana una frase compiuta del Vangelo, la si portava in cuore, la si metteva in atto ogni volta che era possibile, e poi si avvertiva quasi naturalmente l’esigenza di comunicarsi le esperienze della Parola vissuta. Era come un bisogno del cuore, che nasceva probabilmente da questo carisma dell’unità, che spinge a mettere tutto in comune. Noi parliamo di mettere in comune i beni, ma quale bene più grande del frutto che nasce dalla vita del Vangelo? Quindi c’era questo bisogno di dare questi frutti. E nel reciproco donarsi le esperienze, il carisma brillava di una luce sempre nuova, e nel Vangelo se ne coglievano le dimensioni, cioè, l’ut omnes, l’ut omnes unum sint (Gv 17, 21), come orizzonte a cui tendere costantemente e con tutte le forze, e Gesù abbandonato come chiave per attuarlo. Lui che, essendosi fatto nulla per amore, aveva ristabilito la comunione con Dio, la comunione degli uomini con Dio e degli uomini tra loro.

E la nostra Parola di vita per eccellenza si rivelò subito la parola dell’unità. Chiara scrive: Dio, mandando questo carisma sulla terra, ha pronunciato la Parola: Unità. Da sempre ne ho avuto consapevolezza, ho sentito cioè, fin dall’inizio, che il carisma che si esprimeva in me era il ‘due o più’ - in Matteo 18,20 - e che la luce che ne scaturiva era Gesù in mezzo a noi.

Nella parola "unità" c’è tutto il nostro impegno, non solo a vivere il nostro carisma ma anche a trasmetterlo agli altri, mediante la testimonianza del nostro amore reciproco, forti dell’affermazione di Gesù: "Che siano uno affinché il mondo creda" (Gv 17,21). Quindi anche la radice e il senso di tutto il nostro modo di evangelizzare è nell’unità. (....)

 

Emmaus - tema dell'anno sulla Parola  (Stralcio)